ATTUALITÀ

La sostenibilità della moda

la-sostenibilità-della-moda

Oggi la sostenibilità è sempre più legata a dinamiche economiche, sociali e produttive, non riguarda solo un minore spreco di materiali ma costringe a ripensare i modelli di business.
All’interno del Corso di studi in Design e discipline della moda viene promossa la ricerca sul rapporto tra moda e sostenibilità e sulle strategie comunicative del green fashion.

 

Anche quest’anno la rivoluzionaria stilista britannica Vivienne Westwood, famosa per aver fatto diventare di moda lo stile punk, è entrata nel dibattito sul cambiamento climatico con una collezione di t-shirt che riportano uno slogan sul rispetto del nostro pianeta.
Se la Westwood è da tempo protagonista della battaglia per il green fashion, sempre più stilisti e personaggi dello spettacolo scelgono una moda più etica. L’attrice Emma Watson, ad esempio, ha aperto un profilo Instagram (“The Press Tour”) che raccoglie gli scatti dei capi d’abbigliamento eco-friendly da lei indossati, come quelli firmati da Stella McCartney e Oscar de la Renta, due stilisti che puntano soprattutto sull’uso di tessuti riciclati e organici.

In un ampio panorama che vede la sfera del fashion e quella della sostenibilità sempre più interrelate, la ricerca condotta dai professori Giampiero Mele e Antonella De Blasio sulla comunicazione dell’eco-fashion apre al corso Laurea in Design e discipline della moda di eCampus la possibilità di formare specialisti al passo coi tempi in diversi settori della filiera ideativa e produttiva tessile e di moda.
Oggi il tema della sostenibilità non riguarda solo un minore spreco di materiali, ma è sempre più legata a dinamiche economiche, sociali e produttive, dunque costringe a ripensare i modelli di business.

Mele e De Blasio esplorano le peculiarità e le potenzialità dell’eco-fashion, analizzando l’evoluzione della sostenibilità e le strategie comunicative da adottare per costruire una identità eco-friendly – anche nel caso dei luxury brand. Da qui l’ipotesi di  creare un Osservatorio europeo di eco-fashion e design all’interno dell’Ateneo.

Contattaci
SHARE
RELATED POSTS
“El aborto legal”: al via il voto sull’aborto in Argentina
festa-della-repubblica
Perché festeggiamo il 2 giugno?
world-press-freedom-day
World Press Freedom Day: il rapporto Unesco sulla situazione dei media