DIGITAL SCHOOL

Social Media Marketing Manager e Community Manager: le figure professionali del domani

Social-Media-Marketing-Manager

Se dovessimo fare una lista tra le figure professionali più richieste dal mercato del lavoro, non si può non annoverare quelle di Social Media Marketing Manager e di Community Manager.

Partiamo dalla prima.

Chi è un Social Media Marketing Manager? E di cosa si occupa? Social Media Marketing Manager è un professionista del digitale, un esperto dei Social Media, tra i più comuni: Facebook, Instagram, Twitter, LinkedIn, Tik Tok in voga tra i giovanissimi. Una figura indispensabile per promuovere e gestire le aziende e i brand sulle piattaforme Social.

Perché affidarsi alla guida di un Social Media Marketing Manager? Partiamo dal presupposto imprescindibile che il mondo del marketing è cambiato, la rivoluzione digitale ha apportato sostanziali mutamenti anche in questo ramo. Cambiamenti rilevanti come il modo di comunicare al cliente, il quale non ricopre più una funzione passiva.

Nell’era digital, infatti tra venditore e consumatore si instaura un dialogo reciproco, una campagna di marketing web veicola messaggi personalizzati su digital devices usati quotidianamente dalle persone, tra cui smartphone, tablet e desktop con lo scopo di far breccia ai bisogni, gusti e preferenze dei clienti. Per intercettare le esigenze di questi ultimi, le aziende hanno l’esigenza di avere un continuo dialogo diretto con i loro fruitori.

Quali sono le principali responsabilità e attività quindi, di un Social Media Marketing Manager? Questa figura si occupa delle attività di gestione di tutti i canali social ma anche di:

  • community management: l’attività di gestione delle community, operata per un brand sia offline che online, col fine di monitorare le conversazioni e stimolare il dialogo tra brand e consumatori;
  • content curation: il continuo processi di raccolta, organizzazione e miglioramento dei contenuti;
  • creazione di campagne promozionale sui social di maggiore pertinenza in ottica Sem;
  • analisi dei risultati e reportistica, definizione dei budget e dei KPI di progetto.

Ovviamente non devono mancare una forte passione per il mondo dei social network e della comunicazione con un’innata curiosità e propensione alla costante ricerca e aggiornamento.

Se qualcuno avesse dei dubbi sull’efficacia del lavoro svolto dai social media marker, i dati faranno cambiare idee; in quanto in una prospettiva mondiale, passiamo 2 ore e 23 minuti sui social media in media al giorno. Questo vuol dire che ci apriamo sempre di più verso un mondo social friendly e non si può fare a meno di una figura altamente qualificata che sappia capirne lo sviluppo e meccanismo.

Ad oggi un social media marketing specialist guadagna in media 35.000 euro lordi all’anno, mentre profili più senior e con maggiore esperienza come quello del Social Media Specialist Senior in una Multinazionale godono di retribuzioni molto più elevate.

Altra figura professionale di spicco è quella di Community Manager: anche egli è legata all’universo del web marketing, che si occupa di seguire e moderare le interazioni con il pubblico. Si differenzia dal Social Media Marketing Specialist perché oltre a lavorare sulla promozione di prodotti nei social network, pone la sua attenzione su piattaforme web che consentono la pubblicazione di user generated content come: blog, forum e ovviamente post.

Il Community Manager interviene prontamente nel momento in cui sui social si presentano situazioni complesse; pertanto deve:

  • evitare commenti negativi;
  • calmare gli utenti infuriati;
  • risolvere il problema alla base.
  • Offrire un Customer service sempre pronto a migliore l’esperienza di acquisto e post vendita.

Uno dei vantaggi essenziali della professione di Community Manager riguarda la capacità di saper rispondere ai quesiti del pubblico sui prodotti o servizi offerti dall’azienda. Non tutte le interazioni, infatti, riguardano critiche, spam e feedback positivi o negativi in genere.

Il pubblico dei social network ha iniziato ad usare le pagine ufficiali delle grandi aziende per porre loro domande circa questioni tecniche, ma anche richieste relative agli ordini, per esempio, informazioni che precedono o procedono all’acquisto. La diffusione dei social network e degli e-commerce (eBay, Amazon, Zalando…) hanno inoltre sdoganato l’abitudine di molti utenti a lasciare commenti e feedback dopo un’esperienza d’acquisto.

Con la maturata e significativa esperienza, un Addetto al Community Manager può arrivare a guadagnare oltre 30 mila euro annui, partendo da uno stipendio base tra i 20 e i 27 mila euro di RAL. L’obiettivo principale è la soddisfazione del cliente, pertanto, esclusivamente con operatori formati e preparati un’azienda può garantire uno standard di qualità soddisfacente.

Mentre leggevi l’articolo ti sei rivisto/a in queste descrizioni? Vorresti diventare anche tu un professionista del digitale? Vorresti indossare i panni di un Social Media Marketing Manager o di Community Manager?

Se le risposte a queste domande prevedono un forte e chiaro SI! Non ti resta che consultare la vasta scelta di Cosi formativi e Master offerti dalla Digital School di eCampus.

In particolare il Il Corso in Digital Marketing & CDO si propone di formare professionisti in grado di ideare e di gestire strategie e campagne di comunicazione in ambito digitale nel modo più completo e innovativo sul mercato. Un percorso completo e dalle numerose sfaccettature che si affaccia sui diversi ambiti del digital, in grado di fornire una visione il più ampia e completa possibile sulle nuove frontiere del marketing. Dalla comprensione della Digital Transformation alla padronanza dei Social Network. Dall’ottimizzazione SEO delle pagine web allo sviluppo di startup, e-commerce e crowdfunding. Un’opportunità in continua evoluzione e crescita per gli specialisti del settore.

Per saperne di più CLICCA QUI.

Contattaci
SHARE
RELATED POSTS
lavori-del-futuro-2022
Le professioni più richieste da qui al 2022 secondo il WEF
brand_reputation
Perché è importante proteggere la brand reputation?
UI Designer: chi è, cosa fa e quanto guadagna