ATTUALITÀ

Emmy 2018: tutti i vincitori

Emmy-awards

Il 17 settembre a Los Angeles, si è tenuta la 70° edizione degli Emmy Awards. La cerimonia, che celebra i migliori programmi televisivi da “prima serata” distribuiti dalle emittenti statunitensi, è stata presentata da Michael Che e Colin Jost, conduttori del TG satirico Saturday Night Live.

Questa è stata l’edizione, che più di tutte, ha segnato la crisi dei network tradizionali, che sono stati ampiamente superati (per quanto riguarda nomination e premi vinti!) sia dalla tv via cavo che dalle piattaforme non lineari.

(Robyn Beck / AFP)

La Hbo si è affermata con Game of Thrones, (che si è aggiudicata, fra gli altri, i premi di miglior serie drammatica e miglior attore non protagonista a Peter Dinklage), Westworld e Berry. Proprio a proposito di Berry, uno dei premi che più ci ha divertito, è stato quello assegnato ad Henry Winkler, l’indimenticabile Fonzie del popolare Happy Days, che si è aggiudicato il suo primo Emmy Award a 72 anni, come Miglior attore non protagonista per il ruolo di Gene Cousineau

(Kevin Winter/Getty Images)

Netflix ha invece ottenuto riconoscimenti per The Crown (fra cui miglior attrice protagonista a Claire Foy), Godless e Seven Seconds

E’ stata però in assoluto la serata di Amazon Prime Video con  The Marvelous Mrs MaiselLa fantastica signora Maisel, che porta a casa ben cinque premi: Miglior serie comedy, Miglior attrice protagonista Rachel Brosnahan, Miglior attrice non protagonista con Alex Borstein, Miglior sceneggiatura e Miglior regia con Amy-Sherman Palladino

Fx ha ottenuto premi per The Americans e The Assassination of Gianni Versace (l’ultimo gioiello nato dal genio di Ryan Murphy, che racconta l’omicidio dello stilista Gianni Versace è stata premiata come Miglior miniserie, per il Miglior attore protagonista con Darren Criss e per la Miglior regia proprio con Murphy). Grande delusione, invece, per The Handmaid’s Tale, che nonostante fosse una delle favorite, già premiata come Miglior Serie nel 2017, quest’anno è risultata esclusa dai premi principali. 

(Robyn Beck / AFP)

 

Ecco una lista dei vincitori nelle principali categorie:

Miglior serie drammatica

Game of Thrones
The Handmaid’s Tale
Stranger Things
The Americans
This Is Us
Westworld

Miglior attore protagonista in una serie drammatica
Jason Bateman, Ozark
Sterling K. Brown, This Is Us
Ed Harris, Westworld
Matthew Rhys, The Americans
Milo Ventimiglia, This Is Us
Jeffrey Wright, Westworld

Miglior attrice protagonista in una serie drammatica
Claire Foy, The Crown
Tatiana Maslany, Orphan Black
Elisabeth Moss, The Handmaid’s Tale
Sandra Oh, Killing Eve
Keri Russell, The Americans
Evan Rachel Wood, Westworld

Migliore attore non protagonista in una serie drammatica
Nikolaj Coster-Waldau, Game of Thrones
Peter Dinklage, Game of Thrones
Joseph Fiennes, The Handmaid’s Tale
David Harbour, Stranger Things
Mandy Patinkin, Homeland
Matt Smith, The Crown

Miglior attrice non protagonista in una serie drammatica
Alexis Bledel, The Handmaid’s Tale
Millie Bobby Brown, Stranger Things
Ann Dowd, The Handmaid’s Tale
Lena Headey, Game of Thrones
Vanessa Kirby, The Crown
Thandie Newton, Westworld
Yvonne Strahovski, The Handmaid’s Tale

Miglior miniserie
The Alienist
The Assassination of Gianni Versace: American Crime Story
Genius: Picasso
Godless
Patrick Melrose

Miglior attore protagonista in una miniserie o film
Antonio Banderas, Genius: Picasso
Darren Criss, The Assassination of Gianni Versace: American Crime Story
Benedict Cumberbatch, Patrick Melrose
Jeff Daniels, The Looming Tower
John Legend, Jesus Christ Superstar
Jesse Plemons, Black Mirror: USS Callister

Miglior attrice protagonista in una miniserie o film
Jessica Biel, The Sinner
Laura Dern, The Tale
Michelle Dockery, Godless
Edie Falco, Law & Order True Crime: The Menendez Murders
Regina King, Seven Seconds
Sarah Paulson, American Horror Story: Cult

Miglior attore non protagonista in una miniserie o film 
Jeff Daniels, Godless
Brandon Victor Dixon, Jesus Christ Superstar
John Leguizamo, Waco
Ricky Martin, The Assassination of Gianni Versace: American Crime Story
Edgar Ramirez, The Assassination of Gianni Versace: American Crime Story
Michael Stuhlbarg, The Looming Tower
Finn Wittrock, The Assassination of Gianni Versace: American Crime Story

Miglior attrice non protagonista in miniserie o film
Sara Bareilles, Jesus Christ Superstar
Penelope Cruz, The Assassination of Gianni Versace: American Crime Story
Judith Light, The Assassination of Gianni Versace: American Crime Story
Adina Porter, American Horror Story: Cult
Merritt Wever, Godless
Letitia Wright, Black Museum (Black Mirror)

Miglior serie comedy
Atlanta
Barry
Black-ish
Curb Your Enthusiasm
GLOW
The Marvelous Mrs. Maisel
Silicon Valley
Unbreakable Kimmy Schmidt

Miglior attrice protagonista in una serie comedy
Pamela Adlon, Better Things
Rachel Brosnahan, The Marvelous Mrs. Maisel
Allison Janney, Mom
Issa Rae, Insecure
Tracee Ellis Ross, Black-ish
Lily Tomlin, Grace and Frankie

Miglior attore protagonista in una serie comedy
Anthony Anderson, Black-ish
Ted Danson, The Good Place
Larry David, Curb Your Enthusiasm
Donald Glover, Atlanta
Bill Hader, Barry
William H. Macy, Shameless

Miglior attore non protagonista in una serie comedy
Louie Anderson, Baskets
Alec Baldwin, Saturday Night Live
Tituss Burgess, Unbreakable Kimmy Schmidt
Brian Tyree Henry, Atlanta
Tony Shalhoub, The Marvelous Mrs. Maisel
Kenan Thompson, Saturday Night Live
Henry Winkler, Barry

Miglior attrice non protagonista in una serie comedy
Zazie Beetz, Atlanta
Alex Borstein, The Marvelous Mrs. Maisel
Aidy Bryant, Saturday Night Live
Betty Gilpin, GLOW
Leslie Jones, Saturday Night Live
Kate McKinnon, Saturday Night Live
Laurie Metcalf, Roseanne
Megan Mullally, Will & Grace

Miglior reality o competizione
RuPaul’s Drag Race
The Amazing Race
American Ninja Warrior
Project Runway
Top Chef
The Voice

 

Contattaci
SHARE
RELATED POSTS
imprese-femminili
Le imprese italiane si colorano di rosa
world-press-freedom-day
World Press Freedom Day: il rapporto Unesco sulla situazione dei media
bilinguismo
L’importanza del bilinguismo: invecchiare in maniera più sana