CINEMA

22 luglio – Strage in Novergia

La storia di 22 luglio è ovviamente ispirata ai fatti di cronaca tristemente noti che hanno coinvolto la Norvegia nel 2011.

Sull’isola di Utøya, a nord-ovest di Oslo, un gruppo entusiasta di adolescenti si prepara alla visita del Primo Ministro, immaginando insieme il futuro del proprio paese. Ma Anders Breivik, terrorista di estrema destra vuole purificare dai peccati la Norvegia e l’Europa e fa detonare una bomba a Oslo, per poi aprire il fuoco contro gli adolescenti in un campo estivo.

Il film racconta la vera storia e le conseguenze del peggior attacco terroristico mai avvenuto in territorio norvegese. Il bilancio contò 77 morti e diverse centinaia di feriti.

22 luglio segue il percorso fisico ed emotivo di un sopravvissuto all’attentato che cerca di andare avanti e superare la tragedia che l’ha coinvolto in prima persona.

La pellicola, diretta dal regista Paul Greengrass, costringe lo spettatore a ripercorrere le stazioni dell’orrore. I dettagli dei fatti reali, lo precipita nel cuore di una tragedia di cui fatichiamo ancora a comprendere le ragioni.

Dietro la ricostruzione, il film pone una domanda pertinente sul mondo e il sistema che il terrorista è riuscito a colpire e insidiare.
Non è certo la prima volta che l’autore piega alle necessità della fiction tecniche ispirate alle inchieste televisive per mettere in scena altre giornate fatali: il 30 gennaio del 1972 a Derry (Bloody Sunday) o l’undici settembre 2001 a New York (United 93).
Montaggio rapido e frammentato che ricrea l’attacco ed espone (soprattutto) le sue conseguenze: la ricostruzione fisica e psicologica di un giovane sopravvissuto e di un paese traumatizzato. Quell’uomo rappresenta in realtà un intero Paese, che si risolleverà con fatica dall’immane attacco. Eludendo le prodezze tecniche, sempre discutibili sul piano etico, il film 22 Luglio descrive concisamente il momento di passaggio all’atto, sbilanciandosi sul processo e sull’impegno personale e concreto che farà di anonimi degli eroi.

Dietro la ricostruzione, il film pone una domanda pertinente sul mondo e il sistema che il terrorista è riuscito a colpire e insidiare.

Ecco gli attori che compongono il cast di 22 luglio:
• Anders Danielsen Lie (Anders Behring Breivik)
• Jon Øigarden (Geir Lippestad)
• Maria Bock ( Christin Kristoffersen)
• Thorbjørn Harr (Sveinn Are Hanseen)
• Ola G. Furuseth (Jens Stoltenberg)

22 Luglio è stato presentato in concorso alla 75esima edizione della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, e il 10 Ottobre sarà disponibile sul catalogo di Netflix.

Contattaci
SHARE
RELATED POSTS
sulla-mia-pelle
Sulla mia pelle: impossibile non guardare
Bohemian-Rhapsody
Grande attesa per “Bohemian Rhapsody” nelle sale a novembre
colossal-vigalondo-netflix
Un “Colossal” solo nel titolo