ATTUALITÀ

Lavoro: 345 mila offerte per le professioni digitali

Durante il 2018 sono state pubblicate quasi 345 mila offerte di lavoro con specifiche richieste di competenze digitali da parte di aziende che operano in Italia. E’ quanto rileva l’ultimo rapporto promosso da Talent Garden ed elaborato da Nesta Italia che ha mappato le richieste di lavoro in Italia provenienti da aziende di ogni settore che necessitano di competenze digitali. 

La maggior parte delle offerte è concentrata al Nord, in particolare a Milano che si conferma capitale digitale italiana, mentre dal punto di vista settoriale il primato spetta alla manifattura, sempre più alla ricerca di ingegneri ed operai specializzati.

Il rapporto, presentato in occasione dell’Italian Tech Week, ha sottolineato come in Italia siano stati offerti 344.907 posti di lavoro legati alla trasformazione digitale. A guidare la classifica delle città, come annunciato, è Milano, che da sola vale il 20% degli annunci, seguita da Roma (6%), Bologna (4%), Torino (4%) e Brescia (3%). Stupisce dunque poco che la classifica regionale sia guidata dalla Lombardia (37% del totale), che si piazza davanti a Veneto (14%) ed Emilia-Romagna (14%).

Interessante è anche il quadro che emerge dall’analisi delle competenze ricercate. L’analisi dei dati è la skill più richiesta che compare in oltre 40 tipologie di occupazioni e da 54.774 richieste di lavoro. Domanda elevata anche per la capacità di programmazione informatica e per competenze più basiche come la conoscenza e l’utilizzo di Microsoft Office. Chiudono la top five delle competenze più richieste l’utilizzo di modelli di progettazione software e l’analisi di specifiche software.

Spostando l’attenzione sul fronte settoriale, si scopre che la manifattura è il settore industriale con più richieste di occupazioni digitali (26% offerte di lavoro).

Le più ricercate sono le figure degli ingegneri e degli operai specializzati, che rappresentano il 62% delle richieste di lavoro del settore manifatturiero, con un Digital Skill Rate (l’indice che misura l’intensità digitale dell’offerta di lavoro) medio del 28,2%. A seguire gli sviluppatori (51.473 richieste) a cui viene chiesta la capacità di utilizzare modelli di progettazione software, l’analisi dei requisiti e la programmazione. 30.967 offerte di lavoro invece, per i disegnatori tecnici capaci di utilizzare AutoCad, software di disegno tecnico e grafico. Al quarto posto della nostra classifica gli operatori di macchine utensili per la lavorazione dei metalli (28.268 offerte di lavoro) seguiti dagli impiegati amministrativi (25.166 richieste) a cui vengono richieste competenze in ambito informatico come l’utilizzo di Sap R3, l’uso di Microsoft Office e l’uso di database, e i consulenti Ict (23.779 richieste).

 Si tratta di figure professionali che assumono sempre di più un ruolo di notevole rilievo nell’attuale mercato del lavoro, in risposta ai cambiamenti ed alle innovazioni digitali e tecnologiche che hanno cambiato il generale assetto del lavoro.

Contattaci
SHARE
RELATED POSTS
world-press-freedom-day
World Press Freedom Day: il rapporto Unesco sulla situazione dei media
fridays-for-future
Fridays for Future: come i giovani vogliono salvare il mondo
utilizzo-smartphone
Tim Cook si pente, le persone passano troppo tempo sugli smartphone