SERIE TV

La quinta stagione e il futuro dei Peaky Blinders

“Sapete, signori, esiste l’inferno e poi esiste un altro posto situato ancora più in basso. Ricorderò ogni cosa senza tralasciare nulla.”
(Thomas Shelby)

Peaky Blinders è una delle serie britanniche di punta della BBC ed è appena ritornata, per la gioia di tutti i fan, a Ottobre con la quinta stagione su Netflix.
Creata da Stephen Knight, Peaky Blinders è il racconto drammatico dell’ascesa al potere di Thomas Shelby e della sua famiglia, per metà gipsy e per metà inglese, sullo sfondo di una Birmingham oscura e criminale del primo dopoguerra.

 

Negli anni è diventata un vero e proprio classico che non ha avuto paura di superare se stessa, raggiungendo, anno dopo anno la perfezione, sia a livello di trama, sia a livello recitativo (con un cast pieno di talenti e guest star d’eccezione) e di regia.
Thomas Shelby non è il classico protagonista senza macchia, ma è un veterano di guerra tormentato e dal cuore spezzato, il cui unico interesse è proteggere la “famiglia” e mantenere la sua posizione di potere con ogni mezzo a sua disposizione. In questa stagione in particolare, sullo sfondo della crisi del ’29, il focus sarà posto sul suo status di capo e lo stato di isolamento paranoia che ne deriva da questa posizione. Incontriamo infatti un Tommy sull’orlo del baratro, la cui unica luce sembra provenire dalla sua “Grace”, che continua a rimanere, nonostante tutto, nelle sue visioni. Sarà inoltre presente un “cattivo” d’eccezione, Oswald Mosley (capo partito dell’Unione Britannica dei Fascisti), interpretato da Sam Claflin, che diventerà pian piano uno dei demoni principali che ossessionano Tommy.

Uscita da poco la quinta stagione ha già battuto tutti i record, a detta di tutti, infatti, (compreso l’autore Steven Knight) è la stagione migliore.
Durante un’intervista a Entertainment Weekly afferma:

“La quinta è la migliore stagione che abbiamo fatto finora. Sono molto soddisfatto del modo in cui si è evoluta la storia.”

Di una cosa siamo assolutamente certi, ossia che la saga della famiglia Shelby non finirà presto, l’autore infatti sta già scrivendo una sesta stagione e pianificando una settima.
Ecco le sue parole:

“Sarà una storia vera di una famiglia tra le due guerre. Sono quasi vicino a completare la stagione 6 in termini di scrittura, poi la girerò e inizierò con la settima.”

Non sembra però che l’autore voglia concluderla così, infatti, conclusa la settima stagione afferma che:

“Dopo di che [la sesta e la settima stagione ndr], se avremo ancora energie e la percezione del pubblico sarà ancora molto positiva, allora credo che continueremo la storia in altre forme. Non sto escludendo nulla, un film è sicuramente una possibilità reale.”

Per Peaky Blinders questo è un momento magico, oltre ad aver ricevuto un grande consenso di pubblico sempre più personaggi del mondo dello spettacolo vogliono partecipare alla serie.
Dopo Tom Hardy, grande presenza, seppur altalenante, nella storia come l’ebreo Alfie Solomons, uno strepitoso Sam Neil, che interpreta Chester Campell, un poliziotto irlandese, Adam Brody, comparso nella quarta stagione nei panni del mafioso Luca Changretta, e Sam Claflin nei panni del politico che contatterà Tommy nella quinta stagione, numerosi vip hanno già chiamato il regista per entrare a far parte del cast.
Tra le possibili future entrate nel cast sono presenti i due rapper Snoop Dog, A$AP Rocky e l’ex frontman degli Oasis, Liam Gallagher!
Ma la vera sorpresa arriva da un’altra chiamata ricevuta da Knight, pare infatti che lo abbia contattato per entrare a far parte del cast niente meno che Brad Pitt. Dopo i recenti successi al cinema pare infatti che voglia entrare nel mondo dei Peaky Blinders anche lui. A pensarci bene, chi meglio di lui potrebbe entrare in contatto il clan di zingari degli Shelby visto la sua sublime interpretazione di Mickey O’Neil nel film The Snatch?
Siamo già in fibrillazione alla sola idea, ma per il momento meglio andarci cauti e aspettare le conferme ufficiali di Knight, pare infatti che l’attore in persona gli abbia telefonato per chiedergli di fargli interpretare un ruolo. A questo punto speriamo tutti nell’arte della persuasione di Brad Pitt, in fin dei conti, chi oserebbe dirgli di no?

Nel frattempo l’unica dichiarazione del regista è:

“Penso proprio che nella prossima stagione apriremo le porte a qualche star, ma dovranno essere adatti: prenderemo solo gli attori migliori, come abbiamo fatto nel caso di Sam Claflin, che interpreta Mosley. È perfetto”.

Ha però escluso la possibilità di inserire qualche cameo:

“Trovo sempre difficile quando il pubblico conosce una persona per altri film o serie tv, e la vede apparire così all’improvviso in una puntata. Per me è distraente”

Quello che sappiamo fino ad ora è che nella prossima stagione verrà introdotto un personaggio storico che, a detta del creatore della serie “…potrebbe sorprendere molte persone”. Chi sarà questo personaggio?

Queste poche anticipazioni non fanno altro che aumentare la suspense intorno all’uscita della sesta stagione, gira voce che le riprese dovrebbero iniziare a Novembre del 2019, questo vuol dire che potremmo scoprire il destino della nostra amata famiglia gipsy già all’inizio del 2021.

Contattaci
SHARE
RELATED POSTS
AssasinioGianniVersace
L’assassinio di Gianni Versace: la storia del suo killer
You-Netflix
“You”, un thriller psicologico dannatamente attuale
homecoming-serie-tv
Le nuove serie TV per l’autunno