ATTUALITÀ

Tra emergenza sanitaria e benessere dei minori

Sono giorni difficili per tutti, sia per i grandi che per i piccini, reclusi in casa cercando di lasciare fuori il terribile virus che sta terrorizzando il mondo intero.

Se per gli adulti la situazione sanitaria d’emergenza provocata dal virus risulta chiara e compresa, per i bambini è difficile capire cosa stia accadendo, eppure anche le loro abitudini sono state modificate da Covid-19: e come per gli adulti, anche loro possono risentire dell’ansia e dello stress legati alla situazione odierna.

Una nuova circolare datata 31 marzo pone l’attenzione sulle uscite e passeggiate di bambini e giovanissimi:

“Abbiamo condiviso con il Ministro della Salute Roberto Speranza l’opportunità di riservare particolare attenzione all’attività motoria in sicurezza dei bambini alla luce della proroga delle misure restrittive per contenere la diffusione del coronavirus in Italia”

Dichiarano la Ministra per le Pari Opportunità e la Famiglia Elena Bonetti, la Sottosegretaria alla Salute con delega alla Medicina per l’Infanzia e l’Adolescenza Sandra Zampa e Alberto Villani, Presidente della Società Italiana di Pediatria (SIP).

“Se oggi le nostre bambine e i nostri bambini stanno bene è proprio grazie alle misure di contenimento stabilite dal Governo. Alla luce delle tante sollecitazioni che numerose associazioni che tutelano l’infanzia e l’adolescenza hanno rivolto in questi giorni difficili e che sono state recepite dall’Autorità Garante per l’infanzia e l’adolescenza, abbiamo condiviso con il Ministro Speranza l’opportunità di consentire a tutti i soggetti in età evolutiva, ossia i minorenni con un età compresa nella fascia d’età 0-18 anni, di poter svolgere attività motorie e ludiche all’aria aperta, ma sempre accompagnati da un familiare, nel rispetto del distanziamento sociale, con un rapporto adulto/minore di 1:1, a meno che non si tratti di fratelli o minori conviventi nella stessa abitazione. In questo caso il rapporto adulto/minore potrà essere 1:n (n = numero fratelli o conviventi)”.

Siamo consapevoli, e vogliamo che lo siano anche i genitori e tutti coloro che hanno a cuore la salute dei più piccoli e dei più giovani, che le misure di restrizione adottate fino ad oggi hanno sì tolto una parte di libertà a bambini e adolescenti ma ne hanno tutelato la salute. Solo continuando a rispettare le regole potranno tornare presto a scuola, a giocare e a fare attività insieme. Dobbiamo adesso proporre regole che li accompagnino gradualmente a questo momento, tutelando i loro diritti fondamentali insieme alla salute loro e della collettività. E di questo, siamo certi, un domani le giovani generazioni, quelle sulle quali poggia il futuro del nostro Paese, ci daranno riconoscimento”, concludono Bonetti, Zampa e Villani.

Il Viminale specifica:

“Un solo genitore può camminare con i figli minori in prossimità della propria abitazione o spostarsi insieme a loro in situazioni di necessità o per motivi di salute”, dunque sì a una breve passeggiata vicino casa (entro 200 metri dall’abitazione) senza incontri con altre persone diverse dal solo genitore (o tutore). Inoltre i giovanissimi possono accompagnare gli adulti durante le uscite necessarie: che sia andare a fare la spesa o in farmacia, in edicola o in qualunque altro esercizio commerciale aperto.

Ma attenzione, questo spiraglio di libertà non deve essere il pretesto per passare più tempo all’aria aperta, siamo ancora in piena emergenza sanitaria. Infatti il premier Conte ci tiene a specificare:

“Non abbiamo affatto autorizzato l’ora del passeggio coi bambini. Abbiamo solo detto che quando un genitore va a fare la spesa si può consentire anche l’accompagno di un bambino. Ma non deve essere l’occasione di andare a spasso”.

Proprio a proposito del benessere dei più piccoli, la Facoltà di Psicologia di eCampus propone un’indagine per comprendere meglio quanto e come le relazioni familiari siano influenzate e mutate di seguito all’emergenza Coronavirus: per partecipare al sondaggio clicca qui:

Partecipa al Sondaggio

Contattaci
SHARE
RELATED POSTS
testmedicina2018
Test di ammissione a Medicina 2018
Emmy-awards
Emmy 2018: tutti i vincitori
Change-your-mind
Cambiare idea è da persone intelligenti