SPETTACOLO

Netflix apre a Roma nella seconda metà del 2021

Nell’ottobre 2019 Red Hastings, co-fondatore e ad di Netflix, aveva annunciato la volontà di aprire un ufficio in Italia.

Il gigante dello streaming, infatti, aveva già rivelato di voler aprire un ufficio a Roma un anno fa, appena prima della pandemia, ma la crisi ha rallentato l’apertura e hanno posticipato il grande progetto che doveva coinvolgere la nostra capitale.

Adesso, finalmente, si stanno concretizzando le volontà del co-fondatore e infatti qualche giorno fa, in esclusiva su Variety, sono usciti i tanto attesi dettagli sull’apertura creando grande entusiasmo per tutti gli amanti di questa famosa ed insostituibile piattaforma.

L’ufficio Netflix di Roma sarà inizialmente composto da uno staff di 40 dipendenti dal marketing e pubbliche relazioni ai dirigenti di produzione e si estenderanno man mano sempre di più.

Sono stati rivelati, inoltre, i dettagli relativi all’indirizzo e al periodo che dovrebbe inaugurare la sede che dovrebbe coincidere con il secondo trimestre del 2021.

L’azienda ha preso in affitto un grande edificio neoclassico nel cuore di Roma, chiamato Villino Rattazzi, in Via Boncompagni tra l’Ambasciata degli Stati Uniti e Via Veneto. Sarà questo edificio, di proprietà del Fondo FIEPP gestito da InvestiRE SGR, ad ospitare gli uffici della sede italiana della multinazionale.

Il successo di Netflix sta costantemente aumentando, solo nel 2020 ha lanciato 5 nuove serie originali made in Italy e numerosi film tra cui “L’incredibile storia dell’isola delle rose” e “Ultras”.

L’obiettivo della multinazionale è però raddoppiare il numero di serie originali italiane entro il 2022, dando quindi un grande spazio al nostro cinema italiano.

Per il prossimo anno infatti sono destinate a uscire le serie:

  • Zero (un ragazzo incapace di diventare invisibile),
  • Summertime (seconda stagione),
  • Generazione 56K (sull’arrivo di internet),
  • Luna Park (ambientato nella Roma degli anni 60),
  • Fedeltà (la storia di quattro vite che si intrecciano e che mettono in discussione sentimenti e tormenti, accarezzando una realtà nella quale «il sospetto mette radici»),
  • La vita bugiarda degli adulti (affronta l’argomento della crescita),
  • La docuserie basata sul libro di Papa Francesco La Saggezza del Tempo.

Tra i nuovi film made in Italy spiccano “E’ stata la mano di Dio” del premio Oscar Paolo Sorrentino, “Il divin Codino” su Roberto Baggio, “Yara” di Marco Tullio Giordana, “L’ultimo ParadisoA Classic Horror Story” di Roberto de Feo e Paolo Strippoli.

Netflix ha annunciato i suoi grandi obiettivi e tutti i suoi fedeli seguaci sono fiduciosi del successo, ma sono ancor più curiosi di sapere quale sarà la data in cui si inaugurerà finalmente la sede di Roma!

Contattaci
SHARE
RELATED POSTS
ragazza-afgana-steve-mccurry
Steve McCurry in mostra fino a giugno
hayez
Una stagione carica di mostre da non perdere.
Sanremo-2020
Sanremo 2020: se ne frega delle polemiche e chiude col botto