I 12 PRINCIPI DEL DESIGN

da | Apr 28, 2021 | Digital School

Per un Graphic Designer è molto utile seguire dei principi per poter creare un buon design e poter trasformare chiaramente le proprie idee in elementi grafici. Oltre all’armonia visiva, è infatti molto importante anche che le informazioni siano riprodotte in modo tale che un utente esterno possa interpretarle senza problemi.

A questo scopo sono utili da tenere a mente 12 PRINCIPI:

  1. Contrasto
    Il contrasto è uno dei principi di progettazione grafica più comuni che ogni graphic designer deve conoscere, il contrasto si riferisce ad una “grossa” differenza tra gli elementi nel tuo design e si può riferire:

    Contrasto di dimensioni (Inserire una variazione su scala degli elementi grafici ingrandendone il più importante).Contrasto di colore (Ad esempio, se crei un disegno con un testo e lo sfondo del tuo disegno è Scuro, il colore del testo deve essere di un colore chiaro per renderlo più facile da leggere).

    Contrasto di forma (Quando hai un elemento della stessa forma ripetuto più volte, inserire un’altro elemento con una forma diversa aiuta ad attirare l’attenzione).

    Contrasto tipografico (Accoppiare due caratteri diversi in cui quello più noto conterrà il titolo e per il corpo del testo utilizzare un carattere con una buona leggibilità.

  2. Equilibrio
    Se sei un grafico e stai lavorando a un progetto di design, devi sapere che ogni elemento che inserisci nel tuo design ha un peso, che può essere dato dal colore, dalle dimensioni o dalla trama.

    L’equilibrio si riferisce a come li inserisci, evitando di mettere tutti gli elementi pesanti nello stesso posto.
    Esistono due tipi di bilanciamento:
    Simmetrico, crea equilibrio allineando elementi di uguale peso,
    Asimmetrico (che è l’opposto), allinei un elemento pesante con altri più leggeri per creare un effetto di contrasto.

  3. Rilievo
    Si riferisce all’importanza degli elementi sul tuo design e all’ordine che dovrebbero avere su di esso. Quello che dice il principio di rilievo consiste nel determinare che gli elementi più importanti dovranno essere la prima cosa che le persone vedono.
    Ad esempio, nel design di un poster di un film, la prima cosa che devi vedere è il titolo del film, questo dovrà essere quindi messo in rilievo e spiccare rispetto a tutto il resto.
  4. Ripetizione
    La ripetizione è un ottimo strumento per rafforzare un’idea che vuoi trasmettere attraverso le tue grafiche e aiuta anche a unificare il tuo progetto, puoi usare il principio di ripetizione in diversi elementi come colore, caratteri tipografici, forme o altri elementi grafici.
  5. Proporzione
    Il principio di proporzione nel design è uno dei più facili da capire, in pratica, la proporzione si riferisce alla dimensione degli elementi. Gli elementi più grandi sono facili da vedere rispetto a quelli più piccoli e in base a questo principio, gli elementi più grandi risultano più importanti.
    Ad esempio, se la tua grafica ha più caratteri tipografici o colori, può essere visto come un cattivo design e scomodo da guardare a causa del caos, ma possiamo evitarlo scegliendo ad esempio due caratteri tipografici e usandoli in tutto il design.
  6. Gerarchia
    Il principio della gerarchia nel Graphic Design evidenzia che anche gli elementi più importanti dei tuoi elaborati dovrebbero sembrare i più importanti, questo aiuta le persone che lo vedranno a capire meglio qual è l’elemento importante.
    La gerarchia può essere di tipo testuale (utilizzando diversi pesi, grandezze e colori) o ti tipo visivo (per dimensione, per colore, tipografico, grazie alla spaziatura, per prossimità, per allineamento, utilizzando la ripetizione, attraverso delle linee, regole dei terzi ed infine con la prospettiva).
  7. Ritmo
    Il principio del ritmo è facile da capire usando la musica come esempio. Quando si utilizzano elementi ripetuti nel progetto, questo crea spazi tra di loro e questo crea un ritmo visivo come accade nelle composizioni musicali. Esistono cinque tipi di ritmo visivo: casuale, regolare, alternato, scorrevole e progressivo.
  8. Pattern
    Il pattern in Graphic Design si riferisce a una ripetizione di più elementi grafici che lavorano insieme per creare un design accattivante e armonioso.
    Si riferisce anche a come vengono gettati gli elementi per creare un progetto.
  9. Spazio bianco
    Lo spazio bianco, anche noto come spazio negativo, si riferisce all’area di un disegno che è vuota e non include elementi di disegno. Ma lo spazio bianco è in realtà un elemento di design molto importante, è essenziale per dare spazio ai tuoi elementi per respirare e per differenziarli facilmente dagli altri elementi.
    Lo spazio bianco viene utilizzato anche nel design del logo per creare immagini nascoste e fornire maggiori informazioni sul tuo marchio.
  10. Movimento
    Il principio del movimento si riferisce al modo in cui l’occhio umano interagisce con il tuo design, è l’elemento più importante e deve essere la prima cosa che le persone vedono. Deve, inoltre, guidare lo spettatore al successivo elemento più importante.
  11. Varietà
    Il principio della varietà viene utilizzato per generare interesse visivo per lo spettatore e può essere creato con diversi elementi come colore, tipografia, immagini, forme e molti altri. Utilizzando la varietà evitiamo di creare un design monotono e perdere così l’interesse dello spettatore.
    È importante stare molto attento nel variare gli elementi perché il rischio di sovraccaricare il tuo design e creare caos è sempre dietro l’angolo.
  12. Unità
    Ed infine, ultimo ma non per importanza, Il principio di unità.
    Si riferisce al modo in cui tutti gli elementi utilizzati nel tuo progetto lavorano insieme, dovrebbero avere una relazione chiara e comunicare gli stessi concetti, questo farà sì che il tuo design appaia più organizzato e ogni elemento su di esso sarà correlato tra loro.