I LAVORI DEL FUTURO

Fashion Designer: nuove skills in stampa 3D

3d-printed-dress

Taglio dei costi, aumento dell’efficienza e innovazione sono solo alcuni dei vantaggi che la stampa 3D ha introdotto nell’industria manifatturiera negli ultimi anni. Grazie ai progressi della scienza dei materiali, del design digitale e delle capacità di produzione on-demand, stiamo assistendo a cambiamenti a livello di settore: dai regni dell’aerospaziale e delle protesi, alle automobili, agli sport e al cibo, i produttori stanno sfruttando la tecnologia di stampa 3D per migliorare e rivoluzionare i loro processi di produzione.

Uno dei mondi in cui stiamo assistendo ad un’evoluzione interessante è quello del fashion design. Come per altri settori, la stampa 3D nella moda offre ai produttori di abbigliamento la possibilità di produrre prototipi e prodotti finali in un modo che consente di risparmiare tempo, denaro e risorse umane. 

La prima designer a sperimentare questo nuovo modo di lavorare è stata l’olandese Iris van Herpen, quando nel 2010 presentò un capo in passerella completamente stampato in tecnologia 3D, chiamato “Crystallization”. Il progetto nacque quando van Herpen lavorò con il fotografo Nick Knight, che catturò le immagini del modo in cui l’acqua si muoveva quando si schizzava sul corpo nudo, e trasformò quelle immagini in indumenti. Van Herpen ha anche prodotto un abito come parte della sua collezione Ludi Naturae che è stata fabbricata usando polimeri termoindurenti estrusi da una stampante 3D. Questi sono stati quindi esposti alla luce ultravioletta per impostare, e il tessuto in tulle è stato inserito nel letto della stampante durante il processo di stampa 3D.

Quello stesso anno la ballerina e artista burlesque Dita Von Teese ha modellato il primo abito completamente stampato in 3D a New York, riuscendo a stupire i follower come sua abitudine.

 

Nella primavera del 2016 Manus x Machina, la mostra del Met Costume Institute, ha abbracciato l’abbigliamento stampato in 3D ed esplorato il modo in cui gli stilisti si approcciano con l’artigianalità e con la macchina. La tecnologia è adottata da un numero sempre maggiore di produttori di abbigliamento, ed ha il potenziale per rivolgersi alle masse, secondo il curatore della mostra Andrew Bolton. Ci troviamo, quindi, di fronte ad una vera e propria rivoluzione.

Significa che puoi stampare in 3D il tuo vestito alle tue esatte misurazioni a casa. È anche rispettoso dell’ambiente. Non ci sono sprechi, mentre c’è sempre spreco con i tessuti. 

Andrew Bolton

Nell’agosto 2017, la società di stampa 3D Ai Build e il marchio di moda di lusso Bottletop hanno collaborato al fine di instillare valori sostenibili nel settore della moda sfruttando le tecniche di produzione 3D.
Daghan Cam, co-fondatore e CEO di Ai Build, ha dichiarato: “La particolarità della stampa 3D è che apre la possibilità di controllare con precisione dove ogni singola goccia di materiale verrà posizionata per formare un oggetto fisico. Ciò significa fondamentalmente che il materiale viene depositato solo dove deve essere, a differenza dei tradizionali metodi di produzione sottrattiva che possono essere estremamente dispendiosi “.
Ha aggiunto che dal momento che le industrie della moda e delle costruzioni sono due dei maggiori contributori di inquinamento ambientale oggi, il progetto dimostra come la tecnologia all’avanguardia possa diventare la soluzione per tali problemi.

Il costante incremento di questa modalità di realizzazione in ambito fashion design suggerisce che in futuro saranno sempre di più i professionisti in grado di progettare abiti, accessori e forse perfino calzature tramite la stampa 3D.

Il consiglio per tutti coloro che sono affascinati da questa nuova tecnologia in ambito moda è di intraprendere un percorso di studi improntato al Design e Discipline della Moda, perfetto per formarsi come nuova figura professionale e proporsi poi in aziende di alto calibro a livello internazionale.

Contattaci
SHARE
Web Designer con la passione per scrittura e fotografia. Da diversi anni in ambito marketing e comunicazione, si occupa di gestire interfacce web in ottica responsive.
RELATED POSTS
Digital Entertainment and Gaming: Tra il Marketing e il Futuro
ux-writer
UX Writer tra scrittura e design
Start-up-e-modelli-di-impresa
Start-up e modelli di business, il corso innovativo con un occhio al futuro