Amazon investe ancora nella sanità acquistando OneMedical

da | Lug 22, 2022 | Tecnologia

La volontà di espandersi nel settore della sanità di Amazon sembra non conoscere limiti. L’azienda ha infatti appena annunciato che acquisterà OneMedical, un fornitore di servizi sanitari virtuali, per 3,9 miliardi di dollari.

Sanità da reinventare

Come si legge nella nota di Amazon, OneMedical è “un’organizzazione nazionale di cure primarie incentrata sull’uomo e alimentata dalla tecnologia, la cui missione è rendere le cure di qualità più convenienti, accessibili e piacevoli grazie a una combinazione perfetta di servizi di assistenza di persona, digitali e virtuali, comodi per le persone che lavorano, fanno acquisti e vivono”.

OneMedical è presente in 25 stati americani, ha più di 180 uffici e lavora con più di otto mila aziende. L’azienda offre servizi sia diretti al consumatore, sia vendendo servizi attraverso le aziende e ai loro dipendenti.

Neil Lindsay, vice presidente di Amazon Health Service, ha illustrato quali sono gli attuali problemi nell’assistenza sanitaria. “Pensiamo che l’assistenza sanitaria sia in cima alla lista delle esperienze da reinventare. Prenotare un appuntamento, aspettare settimane o persino mesi per essere visitati, prendere un permesso dal lavoro, guidare fino alla clinica, trovare parcheggio, attendere nella sala d’aspetto e poi nello studio per quelli che troppo spesso sono solo pochi minuti con un dottore, poi spostarsi di nuovo per andare in farmacia – vediamo molte opportunità per migliorare sia la qualità che l’esperienza e restituire alle persone tempo prezioso nella loro giornata”.

Un settore redditizio ma difficile

Non è ancora chiaro quali siano i piani di Amazon con questa acquisizione. Non si sa se OneMedical rimarrà indipendente o se sarà inglobata nei sistemi di Amazon. Quello che è certo, comunque, è che l’acquisizione di questa organizzazione è in linea con la volontà di Amazon di investire in servizi digitali che a mano a mano stanno sostituendo i mezzi più tradizionali.

Senza contare il valore immenso di questo settore: la sanità vale quattro mila miliardi di dollari. Perciò sempre più giganti della tecnologia hanno deciso di investire in questo ambito, visto anche l’aumento considerevole della domanda di visite mediche virtuali.

Tuttavia, è un settore difficile da controllare e innovare. Nel 2018 Amazon, JP Morgan e Berkshire Hathaway hanno costituito una joint venture per sviluppare un servizio di assistenza sanitaria per dipendenti ma il progetto non ha mai preso forma ed è stato ufficialmente abbandonato nel 2021.

L’acquisizione di OneMedical è una delle più grandi nella storia di Amazon. Il record lo detiene l’acquisizione del 2017 della catena di supermercati Whole Foods per 13,7 miliardi di dollari, mentre all’inizio di quest’anno Amazon ha comprato la casa cinematografica Metro-Goldwyn-Mayer Studios per 8,5 miliardi.